FANDOM



Sora
SoraKH3D.png
Giaponese ソラ
Romaji Sora
Mondo Le Isole del Destino

Altre residenze Il Castello dell'Oblio (CoM)

Crepuscopoli (358, KH2)

Ruolo Prescelto del Keyblade (grazie al cuore di Ventus)
Origine Kingdom Hearts
Doppiatore inglese Haley Joel Osment

Luke Manriquez (Sora Giovane)

Doppiatore giapponese Miyu Irino

Takuto Yoshinaga (Sora Giovane)

Quote rosso1.png Io non ho bisogno di un'arma perchè i miei amici sono il mio potere! Quote rosso2.png

~ Sora

Sora è l'eroe e protagonista principale della serie Kingdom Hearts ed è il detentore prescelto del Keyblade.
Sora è doppiato da Haley Joel Osment nelle versioni inglese e Miyu Irino nelle versioni giapponesi. Il suo nome deriva dalla parola giapponese che significa "Cielo".

È un ragazzo allegro, che alle volte può sembrare ingenuo, ma è molto consapevole dell'importanza della sua ricerca. Sora possiede un forte senso di giustizia, un animo nobile e un coraggio implacabile. Tende a volte a farsi trascinare dall'impulso e dalla rabbia, ma è sempre sincero su ciò che dice e fa. È il migliore amico di Kairi e Riku.

All'epoca dei fatti di Kingdom Hearts Birth by Sleep, Sora ha 4 anni; in Kingdom Hearts e Kingdom Hearts: Chain of Memories, ha 14 anni, mentre in Kingdom Hearts II, essendo passato un anno dagli avvenimenti precedenti, ne ha 15. Dalle parole di Ansem il Saggio nel filmato Momenti oscuri, si può intuire come sia passato un anno dai fatti del Castello che non Esiste, e quindi Sora, in quel momento, ha già 16 anni.

Sora ha dei collegamenti speciali con praticamente tutti i protagonisti della saga di Kingdom Hearts. E' infatti l'originale essere che ha dato la vita a Roxas (il suo Nessuno) e al suo Heartless. Sulla base dei suoi dati, poi, l'Organizzazione riuscì a creare Xion. Inoltre, il suo corpo è anche il contenitore del cuore di Ventus, unitosi ad esso quando Sora aveva solo 4 anni.

StoriaModifica

Kingdom Hearts Birth by SleepModifica

Ventus' Hearts Meging with Sora's.png

Sora riceve il cuore di Ventus

Sora è il miglior amico e rivale di Riku, loro sono cresciuti insieme, e insieme vivono sulle Isole del Destino. Spesso i 2 si divertono a duellare con le spade di legno o a correre sulla spiaggia. Entrambi incontrano un ragazzo e una ragazza molto misteriosi, che non avevano mai visto prima d'ora. Sora non converserà mai con l'uomo (che è Terra), ma parlerà con la ragazza di nome Aqua, la quale chiede a Sora di proteggere sempre il suo amico Riku, anche quando questi si smarrirà lungo un sentiero oscuro o quando perderà la retta via.

Tempo dopo questi strani incontri, Sora e Riku riposano sulla spiaggia. Quando stanno per tornare a casa Sora si sente improvvisamente triste. Secondo Riku qualcuno di un altro mondo collegato a Sora si sente triste proprio come lui e cerca di raggiungerlo. Quando Sora chiude gli occhi si ritrova misteriosamente nel Tuffo nel Cuore e li trova il Cuore di Ventus perduto, uscito dal suo corpo in seguito alla distruzione di Ventus-Vanitas e senza più un luogo tranquillo dove riposare. Il Cuore chiese a Sora di poter far parte del suo stesso Cuore, e Sora accetta, a condizione di poterlo fare felice.

Tra Kingdom Hearts Birth by Sleep e Kingdom HeartsModifica

Un anno dopo gli eventi di Birth by Sleep, una ragazza di nome Kairi arrivo alle isole da un altro mondo. Fu adottata dal Sindaco e
Trio Manga.jpg

I tre personaggi Sora, Paperino e Pippo stringono un patto di amicizia. Disegno di Shiro Amano

divenne una cara amica di Sora e Riku. Un altro giorno Sora e Riku trovano una grotta nell'isola dove giocavano. Cercando il luogo segreto loro parlano di Kairi e della pioggia di meteore vista poco tempo prima. Dentro la caverna trovano una porta senza maniglia, non potendo aprirla i 2 amici se ne vanno, ma prima di andarsene Riku vede la serratura delle Isole del Destino.

Kingdom HeartsModifica

Sora vive per altri 9 anni come un ragazzo normale nelle Isole del Destino e si chiede spesso come siano gli altri mondi al di fuori del suo. Così decide, assieme a Riku e Kairi, di costruire una zattera per viaggiare verso nuovi mondi. Il giorno che cominciano a costruire la zattera, Sora si addormenta e giunge in uno strano mondo oscuro dove incontra e combatte contro una gigantesca creatura oscura. Sora viene svegliato da Kairi e aiuta i 2 amici nel costruire la zattera. Tuttavia, il giorno prima che partano, una tempesta controllata da forze oscure colpisce l'isola. Riku si sottomette a queste forze, affermando di non aver paura dell'oscurità che ormai lo ha chiaramente influenzato, allora Sora cerca, invano, di salvare l'amico. Tuttavia, prima che le isole vengano distrutte, Sora riesce a controllare il leggendario Keyblade, una spada a forma di grossa chiave, convocando il potere della Catena Regale per combattere gli Heartless che ormai hanno invaso il suo mondo. Sora incontra nuovamente la gigantesca creatura oscura e riesce a sconfiggerla, ma viene trascinato in un Corridoio delle Tenebre che lo porta alla Città di Mezzo.
Nella Città di Mezzo, Sora fa amicizia con alcuni abitanti del luogo, tra cui Leon, coraggioso spadaccino, Cid, tecnico esperto in Gummiship, Yuffie, giovane ninja, e Aerith, una ragazza molto riservata ma coraggiosa.
Contemporaneamente in questo mondo si trovano due buffi personaggi provenienti da un mondo chiamato Castello Disney, ovvero Paperino, mago della corte reale, Pippo, capitano dei cavalieri reali e il Grillo Parlante, che ha il compito di prendere appunti sul loro viaggio; Re Topolino, scomparso misteriosamente dal castello in cui vivono, ha affidato ai tre la missione di trovare e seguire colui che possiede la chiave, incominciandolo a cercare con l'aiuto di Leon.
Una volta che Sora, Paperino e Pippo si incontrano, fanno subito amicizia e salgono sulla Gummiship, una astronave formata da Gummiblock, e viaggiano per i vari mondi, le cui storie e ambientazioni sono basate su film/cartoni Disney, a chiudere con la Keyblade le serrature che ciascun mondo possiede, perchè, come è stato spiegato loro, ogni serratura nasconde il cuore del tale mondo e, se non la si blocca, gli Heartless, creature oscure a caccia di cuori, possono entrarvi e distruggere il cuore del pianeta.
Il trio sarà però ostacoltato da una grande alleanza di personaggi con il ruolo di antagonisti nelle fiabe Disney, ovvero Ade, Jafar, Ursula, il Baubau e Capitan Uncino, il cui capo è la temibile Malefica. Lo scopo di questa losca alleanza è impossessarsi delle sette principesse Disney, le uniche umane ad avere un cuore privo di oscurità che servono ad aprire Kingdom Hearts, impossessarsi quindi di tutta la conoscienza del mondo e dei vari cuori presenti in esso.
Dopo vari mondi visitati, Sora Paperino e Pippo attraccheranno alla Fortezza Oscura.
Questo mondo è molto importante, perchè è il paese natio di Leon, Cid, Yuffie e Aerith, i quali erano dovuti scappare per andare a vivere nella Città di Mezzo, perché esso era stato devastato dagli Heartless che Malefica aveva creato con una speciale macchina fabbrica Heartless inventata da Xehanort, che in questo capitolo del gioco si spaccia per Ansem il saggio.
Una volta atterrati alla Fortezza Oscura, Sora si scontrerà per il possesso della Keyblade con il suo migliore amico Riku, che si era intanto aggregato alla malvagia alleanza tra cattivi Disney riuscendo così a ritrovare Kairi. Sora, grazie alla forza degli amici, riuscirà a continuare a possedere la Keyblade, mentre Riku, il cui cuore è affaticato per l'eccessivo uso di Oscurità, cederà il suo corpo all'Heartless di Xehanort, ma la sua anima priva di malvagità resisterà al Buio e si ritroverà nel cuore che racchiude tutti i cuori: Kingdom Hearts.
Intanto alla Fortezza Oscura, Sora affronterà Malefica e poi il falso Ansem sotto forma di Riku Oscuro.
Dopo una breve battaglia, l'Heartless spiegherà a Sora che dentro il suo corpo è celato, oltre al suo cuore, quello di Kairi, l'ultima principessa.
L'eroe della Keyblade deve liberare dal suo corpo il cuore della ragazza che servirà, assieme agli altri sei cuori delle principesse, a bloccare la fuoriuscita di Oscurità, dalla serratura della Fortezza Oscura.
Il ragazzo è indeciso sul da farsi, perchè liberare il cuore di Kairi permetterebbe al falso Ansem di aprire Kingdom Hearts, ma, con grande determinazione, Sora si conficca la Keyblade Oscura, datogli dall'Heartless il cui potere è aprire i cuori delle persone, nel petto, liberando così sia il cuore della ragazza che il suo.
Sora scompare nell'oscurità, trasformandosi in Heartless, ma grazie all'amore che Kairi prova per il ragazzo, l'eroe della Keyblade riuscirà a tornare sia con l'anima che con il corpo nella Fortezza Oscura.
Dopo essere tornato umano, Sora parte, assieme a Paperino e Pippo verso i "Confini del Mondo", un mondo creato dall'Heartless di Xehanort, composto da frammenti di pianeti già distrutti dagli Heartless. Qui avverrà la lunga battaglia contro il falso Ansem, che ha assunto un proprio aspetto, e, una volta sconfitto, Sora, assieme ai suoi compagni, andranno a chiudere le porte di Kingdom Hearts, che erano state semiaperte dall'Heartless per far fuoriuscire più Oscurità possibile.
Esse, per essere sigillate, hanno bisogno di due chiavi e due cuori. Inizialmente, il trio proverà a chiuderle a mano, spingendo gli immensi portoni bianchi; a dare un aiuto in più, sarà Riku, che si ritrova all'interno di Kingdom Hearts assieme a Re Topolino, che possiede una seconda Keyblade.
Il ragazzo e Topolino chiuderanno assieme le porte ma, sfortunatamente, Riku e il Re resteranno bloccati all'interno e cercheranno una via d'uscita per ritornare nel Regno della Luce. Dopo la chiusura e la scomparsa di Kingdom Hearts, Kairi si ritroverà misteriosamente nel luogo dove è appena stata sigillata la porta; Sora le corre incontro, ma, in modo inspiegabile, il terreno su cui la ragazza è in piedi, si distacca da quello di Sora allontanandosi sempre di più. Il ragazzo non riesce ad aiutarla a ritornare da lui, ma, in quei brevi attimi, l'eroe della Keyblade promette a Kairi che l'avrebbe raggiunta sulla loro terra natia assieme a Riku. La ragazza verrà poi trasportata sulle Isole del Destino, le quali cominciano a ricomporsi perchè erano state distrutte dall'Oscurità.
Kairi, quindi, dovrà attendere che Sora ritorni.

Kingdom Hearts: Chain of MemoriesModifica

Dopo aver sconfitto Ansem (l'Heartless di Xehanort), Sora, Paperino e Pippo si ritrovano su una distesa erbosa apparentemente infinita e decidono di cercare la Porta della Luce. Trovano però Pluto, cane di Re Topolino che, a quanto pare, porta con sé una lettera con il sigillo del re e così lo inseguono.

Ma durante l'inseguimento si fermano a dormire e Sora viene svegliato da un misterioso uomo incappucciato che gli dice:

Per trovare qualcosa a te caro deve prima perderne un altra e per perdere devi prima trovare

Sora insegue l'uomo misterioso e si ritrova all'entrata del Castello dell'Oblio.

Una volta entrate con i suoi compagni decidono di attaccare l'uomo misterioso, ma si accorgono che tutte le loro abilità sono svanite e l'uomo dice loro che ciò è opera del Castello, mentre invece è Naminè che sta alterando i ricordi dei tre.

Infine l'uomo da a Sora una carta ed egli usa per aprire una porta in fondo alla stanza, ritrovandosi nella Città di Mezzo. Dopo aver rivissuto i ricordi della città, Sora si ritrova nel 2° piano del Castello e qui un altro uomo misterioso di nome Axel, per testarlo, lo attacca.

Sora sconfigge Axel e questi gli da delle carte per andare avanti nel Castello. Ogni carta è stata creata dai ricordi di Sora e sono sempre le carte che gli fanno rivivere i ricordi dei mondi visitati in passato.

Sora non sa perché, ma sente che deve proseguire nel Castello perché in fondo al maniero c'è una persona a lui cara, anche se non sa chi sia.

Usando le Carte Mondo, Sora prosegue nel castello (sembra che le carte siano indispensabili per proseguire nel castello) ma, man mano che prosegue, si accorge che dimentica sempre più cose, tuttavia è sicuro che non si dimenticherà di una persona, ovvero Kairi, poichè possiede il suo portafortuna.

Successivamente però, il portafortuna cambia forma e Sora si dimentica di Kairi, cominciando a pensare che l'oggetto gli sia stato donato da una persona che stava sempre con lui e Riku su Le Isole del Destino.

Alla fine Sora arriva al 7° piano e qui viene attaccato da Larxen, una donna che sembra essere alleata di Axel, ed è proprio Larxen che fa ricordare a Sora come si chiama la ragazza che giocava sempre con lui e Riku sulle isole, ovvero Naminè (in realtà era Kairi, ma la memoria di Sora, nel frattempo, era già stata modificata).

Egli combatte contro Larxen e la sconfigge, successivamente ella gli da altre Carte Mondo e Sora prosegue.

All'8° piano, Sora incontra Riku ma c'è qualcosa di strano nell'amico, egli infatti, per qualche strano motivo, pensa che Sora voglia far del male a Naminè e lo attacca, ma viene sconfitto e fugge.

Al 9° piano i due si riincontran,o ma Sora sconfigge nuovamente Riku.

Alla fine Sora riesce ad arrivare al 10° piano e le cose che ricorda ormai sono veramente poche.

Arrivato poi all'11° piano incontra Vexen, un altro misterioso personaggio che sembra alleato di Axel e Larxen, e i due si affrontano, ma Vexen viene sconfitto e da a Sora una carta che cela i ricordi nascosti nel suo cuore.

La carta datagli da Vexen lo porta a Crepuscopoli, una città che Sora non ha mai visto ma che, per qualche strano motivo, sente di aver già visitato.

Alla fine di Crepuscopoli, Sora raggiunge una strana villa, e all'entrata vi è Vexen ad attenderlo, che lo attacca. Nuovamente sconfitto e ferito dice a Sora:
Sciocco, se andrai avanti così diventerai solo il burattino di Marluxia, lui vuole modificare i tuoi ricordi e renderti suo schiavo, lui.....

Ma proprio mentre Vexen stava per terminare la frase viene colpito da uno dei Chakram di Axel che, poco dopo, uccide Vexen davanti agli occhi di Sora che non capisce chi sia questo Marluxia e non capisce perchè Axel abbia ucciso un suo compagno.

Ma Axel non da spiegazioni e dopo aver dato a Sora un altra carta Mondo se ne va.

Sora arriva così all'11° piano e qui incontra nuovamente Riku, che però gli mostra un portafortuna datogli da Naminè e Sora, sorpreso, gli mostra anche il suo. Riku inizialmente sembra un po' sorpreso ma subito dopo risponde a Sora dicendogli:
Il tuo dev'essere un falso, lo distruggerò!!!!!

E detto questo attacca Sora, venendo però nuovamente sconfitto.

Sora usa la Carta Mondo datagli da Axel e raggiunge le Isole del Destino e, dopo aver rivissuto i ricordi del giorno in cui l'isola venne avvolta dall'Oscurità e tutto ebbe inizio, Sora raggiunge il 12° piano dove Riku lo attacca di nuovo e viene nuovamente sconfitto dal custode del Keyblade, o meglio finge di essere sconfitto, perchè infatti quando Sora si avvicina questi lo attacca mettendolo KO e, quando sta per ucciderlo, Naminè (fuggita grazie ad Axel, che vuole sventare i piani di ribellione di Marluxia per conto dell'Organizzazione) essendosi affezzionata a Sora e non volendolo vedere morto, distrugge il cuore di Riku.

All'improvviso poi compare Larxen che svela a Sora che quello che aveva affrontato sin'ora nel castello non era il vero Riku, ma bensì una Copia di Riku, un pupazzo creato da Vexen per testare Sora.

Detto ciò Larxen, furiosa del tradimento di Axel, da uno schiaffo a Naminè e la butta per terra e la furia di Sora esplode, i due combattono ma Larxen viene sconfitta e muore.

Naminè spiega tutto al suo salvatore e gli dice che Marluxia le aveva ordinato di ubbidirgli cancellando la memoria a Sora e ricostruendola, altrimenti l'avrebbe uccisa.

Marluxia voleva infatti fare di Sora il suo burattino per poi rovesciare l'Organizzazione (che, a quanto pare, è un misterioso gruppo di incappucciati formato da 13 membri di cui Marluxia, Axel, Larxen e Vexen ne fanno parte).

L'eroe del Keyblade così conosce il suo obiettivo: raggiungere il 13° ed ultimo piano del castello ed eliminare Marluxia.

Arrivato al 13° piano trova però Marluxia già impegnato ad affrontare Axel. L'undicesimo membro si trova in difficoltà contro il suo sfidante tanto che prende Naminè e la usa come ostaggio ma Axel non si fa impietosire e dice a Marluxia che pur di toglierlo di mezzo è pronto ad eliminarla. Sora, sentito tutto, sconfigge Axel, che fugge.

Successivamente Sora, aiutato anche dalla copia di Riku, affronta Marluxia e lo sconfigge, ma scopre che era solo una copia del vero membro, poichè quello vero si è nascosto nell'ultima stanza del Castello dell'Oblio. Sora entra nella stanza e sconfigge definitivamente Marluxia. Alla fine la Copia di Riku se ne va per andare a pareggiare i conti con il vero Riku e Naminè dice a Sora che i suoi ricordi vanno ricostruiti immediatamente, ma, perché ciò accada, ci vorrà del tempo, perciò, nel frattempo, Sora, Paperino e Pippo avrebbero dormito in delle capsule nelle profondità del castello, ma prima che il ragazzo si addormenti Naminè gli dice:
Purtroppo posso solo ricostruire una parte dei tuoi ricordi e tu devi scegliere quale parte riavere: la parte di ciò che è accaduto in questo castello e perdere di conseguenza tutti i ricordi di ciò che era successo prima del castello, oppure i ricordi di prima di entrare nel castello e perdere però i ricordi di questo castello.

Sora decide di riavere i suoi vecchi ricordi e di perdere quelli del castello(ecco perchè in Kingdom Hearts II Sora non ricorda come si fosse addormentato o cosa era successo dopo aver sconfitto Ansem) e così si addormenta.

Nel corso dell'anno in cui Sora dorme, la sua capsula e quella di Paperino e Pippo vengono spostate dal Castello dell'Oblio alla Villa Stregata di Crepuscopoli in modo che DiZ li possa tenere d'occhio.

Kingdom Hearts 358/2 DaysModifica

La maggior parte di 358/2 Days si svolge mentre Sora sta dormendo nella capsula.
I poteri di Naminè non sono sufficienti per rimettere a posto le cose, tuttavia, quando scopre l'esistenza di Roxas, ovvero il Nessuno di Sora, e di Xion, una replica di Sora (molto simile a Kairi poichè la maggior parte dei ricordi che formano Xion sono quelli di Kairi persi mentre Sora era nel castello dell'oblio.), pensa che i pezzi di memoria di Sora si trovino dentro Xion attraverso Roxas.
Xion non ha un reale aspetto , ogni persona la vede in un modo, Xigbar la vede come Ventus , invece Riku la vede come Sora.

Kingdom Hearts IIModifica

Sora rinchiuso in un bocciolo di fiore bianco a causa di Namine il nessuno di Kairi, si risveglia dopo un lungo sonno durato un anno in una città da lui mai vista: Crepuscopoli. Assieme a lui si risvegliano anche
Lettera che riceve Sora.jpg

La lettera che Kairi spedisce a Sora

Paperino, Pippo e il Grillo Parlante; il trio non ricorda come sia finito a dormire in strane capsule, che li hanno tenuti ibernati per un anno.

Sora, assieme ai suoi amici, comincia ad esplorare la città e fa amicizia con un gruppetto di ragazzi che gli risultano stranamente familiari: Hayner, Pence e Olette (e, al Ring di Sabbia, incontrerà anche quell'antipatico di Seifer e la sua banda).

I nuovi amici di Sora, spiegano al ragazzo che una persona lo sta cercando: è molto basso ed ha due grandi e tonde orecchie. Paperino e Pippo intuiscono che finalmente potranno incontrare il loro Re, che era rimasto imprigionato all'interno di Kingdom Hearts. Continuando ad esplorare la città, si ritrovano di fronte alla stazione del treno ed incontrano un gruppo di strani esseri che cercano di ostacolarli. Sora, Paperino e Pippo, combattono al meglio delle loro forze, ma gli strani esseri sembrano non finire mai, finchè non giunge Re Topolino ad aiutarli. Una volta sconfitti, il Re dona un borsellino a Sora, contenenti parecchi Munny, ed ordina a al gruppo di prendere il treno che si trova in stazione, aggiungendo che lui non può ancora tornare perchè deve finire una missione.

Il trio prosegue il suo cammino, prendendo il treno. Una volta arrivati a destinazione si ritrovano davanti ad una imponente torre molto alta. All'ingresso incontrano per la prima volta Pietro Gambadilegno. Il cattivo spiega che è al servizio di Malefica, per far aumentare il numero di Heartless nei vari mondi. Ora è impegnato a cercare Yen Sid, l'abitante della torre, un potente mago che ha istruito il Re nell'uso della Keyblade e vuole trasformalo in un potente Heartless. Pietro, però, rimane scioccato quando Sora gli racconta della sconfitta di Malefica e, grazie a questo stratagemma, riescono ad entrare nella torre ed ad andare a soccorrere l'anziano mago.

Yen Sid è riuscito comunque a sconfiggere tutti gli Heartless e, al veder arrivare l'eroe della Keyblade, lo fa accomodare nel suo studio per spiegargli i nuovi pericolo che dovrà affrontare lungo questo nuovo viaggio.

Per primo spiega chi sono le strane creature che hanno attaccato Sora, Paperino e Pippo: si chiamano Nessuno e ne esistono di più potenti, che hanno assunto sembianze umane e che possono controllare altri Nessuno ed hanno formato il gruppo chiamato Organizzazione XIII che ha come scopo creare un loro Kingdom Hearts.

Inoltre, il mago spiega che i mondi non sono più collegati tra loro, quindi per poter viaggiare nuovamente è necessario trovare in ciascun mondo un oggetto che rilevi una serratura da sbloccare con la Keyblade e, una volta fatto, si apriranno nuove vie per nuovi e vecchi mondi.

Il gruppo di amici promette al mago che fermeranno l'Organizzazione e Yen Sid fa creare dalle fate Flora, Fauna e Serenella dei nuovi vestiti per Sora con nuovi poteri: le Fusioni, molto utili in battaglia.

Un ultimo dono è la Gummiship, la stessa astronave con la quale i tre amici avevano già viaggiato in Kingdom Hearts. La prima rotta che viene mostrata è la Fortezza Oscura. In questo mondo Sora ritroverà i suoi vecchi amici Leon, Cid, Yuffie e Aerith. Le prime problematiche sorgeranno proprio in questo mondo, perchè Leon e i suoi amici vogliono far ritornare la Fortezza Oscura con lo smagliore di un tempo ma, ci sono parecchi problemi da risolvere.

La città è minacciata da un accumulo gigantesco di Heartless nei fossati a pochi chilometri dai centri abitati (si scoprirà che Malefica è soppravvissuta e, insieme a Pietro, stanno nuovamente creando creature oscure per conquistare l'universo)

Inoltre è insorto il problema dei Nessuno, che scorrazzano liberamente per la città e sono più pericolosi degli Heartless.

L'eroe della Keyblade accetta volentieri di aiutare i suoi amici, ma allo stesso tempo dovrà continuare il suo viaggio per i vari mondi.

Così inizia un nuovo viaggio per Sora, in nuovi mondi ed anche in alcuni già visitati in Kingdom Hearts. Questa volta ad ostacolare il cammino saranno i membri della Organizzazione XIII che sono rimasti: Demyx, possiede il potere elementare dell'acqua e una chitarra come arma; Xigbar, abile nell'uso di due pistole; Xaldin, ha il potere elementare del vento più sei e letali lance; Luxord, le carte sono le sue armi; Saix, è un berseker e la sua arma è un berserk; Xemnas, il leader dell'Organizzazione.

Durante il suo viaggio, Sora li affronterà tutti quanti sconfiggendoli ma, mentre il il ragazzo vaga alla ricerca di Riku, Kairi, mentre imbuca una lettera per Sora in una bottiglia e gettandola in mare, viene rapita da Axel, che cerca di utilizzare la ragazza per ritrovare il suo amico perduto Roxas. Sfortunatamente il membro non riuscirà nel suo scopo perchè verrà scoperto dall'Organizzazione, che rapirà ed imprigionerà a sua volta Kairi per far aumentare l'ira di Sora. A sua volta Riku, travestito da membro dell'Organizzazione XIII, cerca di aiutare la ragazza entrando nel castello dove dimorano i membri rimasti dell'Organizzazione ma resta comunque in disparte, cercando di non farsi notare ed intervenire al momento più opportuno.

Dopo molte visite in vari mondi ed aver risolto i problemi di ciascun pianeta, Sora, Paperino e Pippo atterrano nel Mondo che non Esiste ovvero il luogo in cui vivono i membri della Organizzazione XIII. Il mondo è composto principalmente da una città desolata, sorvolata da un gigantesco maniero. E' infatti nel castello dove avvengono i fatti più importanti; qui Sora dovrà affrontare gli ultimi membri rimasti (Xigbar, Luxord, Saïx e Xemnas) e riuscirà anche a ritrovare la sua ragazza, Kairi, che intanto era stata liberata dal suo Nessuno Naminè e protetta da Riku.

Inizialmente Riku ha l'aspetto dell'Heartless di Xehanort e tra lui e Sora ci sono parecchi disguidi, perchè l'eroe della Keyblade crede che "Ansem" stia tentando di far del male a Kairi, ma la ragazza spiega i dettagli a Sora, ovvero che Riku ha quell'aspetto perchè ha ceduto all'Oscurità.

Nonostante questo malinteso il ragazzo è contento di aver ritrovato i suoi migliori amici e, insieme, proseguono lungo i corridoi che conducono da Xemnas, il Boss Finale (da notare che l'Animofago di Riku si è trasformato in Via dell'Alba).

Durante una rampata, incontrano un anziano uomo dalla barba e i capelli lunghi e biondi: è il vero Ansem, Ansem il Saggio. Con se porta un Codificatore che dovrebbe distruggere il Kingdom Hearts che l'Organizzazione è riuscita a formare e che ora risplende altor nel cielo.

L'esperimento funziona ma la macchina esplode. Ansem si suicida proteggendo Sora, i suoi amici e Re Topolino. Una volta che la macchina è esplosa,
Lettera Misteriosa.jpg

La letterla misteriosa che porta il sigillo di Re Topolino trovata da Kairi nel filmato dopo i titoli di coda

Riku riacquisisce il suo vero aspetto. Tutti quanti procedono lungo l'ultima scalinata e vanno ad affrontare Xemnas.

Sora e Riku lo sconfiggono una prima volta,pensando di aver salvato tutti cercano di tornare a casa,qui arriva Naminè che gli apre un portale.Tutti lo attraversano tranne Riku,Kairi e Sora,questi ultimi due,dopo che Roxas compare dal corpo di Sora si riuniscono ai propri Nessuno.Kairi attraversa il portale,ma ritorna Ansem.

Sora e Riku dopo averlo sconfitto completamente grazie alle proprie forze,si ritroveranno circondati da Simili,qua Riku grazie al suo potere,li distruggerà tutti,ritrovandosi senza forze.Gli si aprirà un portale.

Il duo finisce in un mondo sconosciuto, a metà tra Luce e Oscurità composto solo da una spiaggia e affacciato sul mare:,
Il Margine Oscuro.
Inizialmente non sanno se riusciranno a tornare nel loro mondo ma, ad un tratto, dal mare arriva una bottiglia con dentro una lettera, è la stessa lettera che Kairi ha scritto per Sora e che lo stesso ragazzo legge. Grazie all'influenza di Kairi che è una principessa pura , si apre la Porta della Luce che li trasporta sulle Isole del Destino dove ad aspettarli ci sono Paperino, Pippo, Re Topolino e, Kairi, i quali erano scappati dalla battaglia contro Xemnas, tramite un varco di Oscurità creato da Naminè.

Gli amici fanno festa e Sora restituisce il portafortuna che Kairi gli aveva dato in Kingdom Hearts come promessa di rivedersi.Per un breve attimo si vedono Roxas e Namine.

Dopo i titoli di coda,Riku e Sora si ritrovano a parlare da soli guardando il tramonto e vi è un ultimo filmato dove Kairi trova una lettera dentro una bottiglia. Sora la estrae e osserva insieme a Riku che vi è il sigillo del Re e si mette subito a leggerla.

Kingdom Hearts codedModifica

In Kingdom Hearts Coded, Re Topolino utilizza i dati di Sora per creare un Sora Virtuale per risolvere un misterioso messaggio scritto sul Grillario:


Il loro dolore sarà alleviato

tornerete a mettergli fine.


Il Grillario è corrotto da bug di computer sotto forma di blocchi di dati e il Sora virtuale deve appunto distruggere questi blocchi.
Il vero Sora apparirà solo nella scena finale, dove finalmente verrà svelato il contenuto della lettera di Topolino, ovvero:
Sora, tu sei la chiave che collega tutto e che egli deve avventurarsi in un altro tentativo di salvare Roxas, Naminè, Xion, Axel, Terra, Aqua e Ventus dai loro destini individuali.

GalleriaModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale