FANDOM


Castello che non Esiste
Castellochenonesiste.jpg
Giochi Kingdom Hearts II
Kingdom Hearts 358/2 Days
Alleati Riku (KHII)
Origine Kingdom Hearts II

Il Castello che non Esiste è un'imponente fortezza volante che solca i cieli del Mondo che non Esiste, ed è nientemeno che la base operativa dell'Organizzazione XIII, dove i potenti Nessuno guidati da Xemnas decidono il da farsi, le missioni e l'ammissione di nuovi membri. Sebbene si trattasse di una fortezza super-tecnologica, il Castello che non Esiste non ha saputo reggere alla distruzione del Kingdom Hearts e alla successiva invasione di migliaia di Heartless.

La base dei Nessuno, guidati da Xemnas, era anche nel mirino di Malefica, che, perso il controllo della Fortezza oscura, bramava il possesso di un nuovo imponente castello che le desse la possibilità di ripartire con il suo piano, fallito l'anno precedente. La distruzione del Castello, però, costringe Malefica a cercare un nuovo rifugio, e la potente strega cercherà di impossessarsi nientemeno che del Castello Disney, in Kingdom Hearts Re:coded

StoriaModifica

Kingdom Hearts 358/2 DaysModifica

AreaGrigia.png

Roxas nell'Area Grigia

Nel gioco incentrato sulla vita di Roxas e Xion all'interno dell'Organizzazione, il Castello che non Esiste compare in tutto il corso del gioco. Esso è infatti la base operativa delle operazioni dellOrganizzazione XIII, all'interno del quale ad ogni Nessuno viene assegnato un incarico da svolgere nel corso della giornata. LArea Grigia, infatti, unica parte visitabile del Castello per gran parte del gioco, funge da punto di ritrovo dei Nessuno e soprattutto da punto di partenza per le Missioni di Roxas, che gli vengono assegnate da Saix. All'interno del Castello però si trovano anche le varie stanze personali, come la Stanza di Roxas, dove lui trascorre i suoi giorni in stato di sonno, e la Stanza di Xion. E' sempre nel Castello che Roxas e Xion vengono presentati come nuovi membri del gruppo, nella maestosa Sala dei 13, sotto l'occhio vigile di Xemnas.

Il 355° giorno, però, Roxas, già da tempo in totale disaccordo con i piani e i voleri dell'Organizzazione, che lo utilizzavano come il loro burattino, decide di abbandonare il gruppo, fuggendo dal Castello che non Esiste. Arrivato all'uscita, però, Roxas viene fermato da Saix, il quale vuole trattenere il ragazzo, in quanto membro essenziale per la riuscita del piano dell'Organizzazione per impadronirsi del Kingdom Hearts, grazie al Keyblade del ragazzo. Al Richiamo del Nulla avviene un feroce scontro tra i due, e Roxas riesce ad avere la meglio, fuggendo dal castello e dal Mondo che non Esiste. Roxas non farà più ritorno nel castello dei Nessuno, anche se visiterà nuovamente quel mondo nel 357° giorno.

Kingdom Hearts IIModifica

EntrataCcnE.jpg

Sora, Paperino, Pippo e Topolino entrano nel Castello

Il Castello che non Esiste è ancora ovviamente la base operativa dei Nessuno, ma non compare fino alla fase finale del gioco, dopo aver ucciso i vari membri dell'Organizzazione sparsi nei Mondi e risolto i problemi legati ad essi. Sfruttando un passaggio nella Crepuscopoli Virtuale di DiZ, nella Sala seminterrata della Vecchia Villa. Dopo essere penetrati nella fortezza dei Nessuno, Sora, che nel frattempo ha eliminato anche Xigbar (nella Sala delle Vacue Melodie), Saix e Luxord, ritrova Riku, Kairi, Re Topolino e Ansem il Saggio, intento all'esterno del Castello a tentare di digitalizzare il Kingdom Hearts per porre fine al piano di Xemnas, sfruttando il suo Codificatore. Ansem però si sbaglia, in quanto nessun Cuore può essere ridotto in semplici dati, e dona la sua vita per cercare di salvare i suoi amici e dare ancora una speranza per eliminare Xemnas, il cui piano è ormai fallito. Intanto, Malefica e Pietro cercano di impossessarsi del castello, fornendo però aiuto a Sora, proteggendolo dalle migliaia di Shadow nati e costringendolo a dirigersi nerso l'esterno del castello.

Sulla vetta del Castello che non Esiste, nell'Altare del Niente, Xemnas sferra un nuovo attacco a Sora e Riku, i quali però riescono a sconfiggerlo. Topolino, Kairi, Paperino e Pippo riescono ad entrare in un Corridoio dell'Oscurità, aperto per fuggire dal castello, ma Xemnas torna nuovamente all'attacco, e questo costringe Sora e Riku a combatterlo nuovamente. Dopo essere saliti su una piccola navicella, Sora e Riku abbandonano definitivamente il Castello che non Esiste, e non ne faranno mai più ritorno, come nessun altro personaggio.

LuoghiModifica

Il castello è caratterizzato da un vasto e complesso sistema informatico, che controlla il perfetto funzionamento della fortezza volante. L'unico accesso conosciuto, oltre all'uso dei Corridoi dell'Oscurità, è il Richiamo del Nulla, area di entrata sorvegliata spesso da Cecchino e Stregone. Per arrivare ai piani alti della fortezza, occorre innanzitutto salire sull'ascensore nell'Ascesa tortuosa ed entrare nella sala denominata Belvedere sul Crepuscolo. In questa zona, dalla quale è anche possibile scrutare l'esterno del castello e il Kingdom Hearts, è anche un luogo di incontri per i membri dell'Organizzazione, anche se ovviamente il luogo principale delle riunioni è l'imponente Sala dei 13, che non viene però mai visitata da Sora.

Il castello ha comunque anche un grande spazio all'esterno, visitabile ed esplorabile per raggiungere ulteriormente i piani più alti. La Sopraelevata per il Niente, sentiero all'aperto nel castello, conduce al secondo piano della Sala delle Vacue Melodie. Proprio da questa sala si arriva in un importante punto cruciale del castello, la Prova dell'Esistenza, una stanza in cui si trovano 12 simboli con annessi portali, che conducono ad altrettante aree del castello. Le sale visitabili sono però solamente due, ossia il Punto Morto, arena dove Saix trova la morte, e il Confine della Devastazione, nel quale Sora elimina Luxord. Una grande porta circolare conduce nuovamente all'esterno, nell'Accesso verso il Niente, teatro della distruzione del Kingdom Hearts. Particolarmente bella è la sala Passaggio Rovina e Creazione, senza un fondo ben definito, e con 3 piattaforme disposte in aria. L'unico modo per raggiungerle è far apparire il sentiero magico che conduce ad ogni piattaforma, prima di tornare all'esterno del castello nell'Altare del Niente, la vetta più alta del castello, dalla quale è anche possibile entrare ne Kingdom Hearts mediante il portone creato da Xemnas.

Aree non visitabiliModifica

Oltre alla già citata Sala dei 13, luogo di riunione dei membri dell'Organizzazione, costituita da 13 alti troni e un grande simbolo del Nessuno sul pavimento, ci sono anche altre aree non visitabili da Sora, o comunque apparse solamente in filmati e scene in Kingdom Hearts 358/2 Days. Si tratta delle stanze dei membri, come ad esempio la Stanza di Roxas, la Stanza di Xion e la Stanza di Axel, che seppur appartenenti a 3 membri diversi, sono tutte identiche (si suppone, quindi, che anche le altre stanze siano uguali). Si tratta di piccole camere, con solamente un letto bianco, che sembra fatto di pietra, a riempire il vuoto della stanza.

Un'altra area non visitabile è la Sala Computer, nella quale però neanche tutti i membri possono entrare, probabilmente perchè sono custoditi segreti solo alla portata dei superiori.

GalleriaModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale